Si comunica alla gentile clientela che gli uffici della ingNET rimarranno chiusi per ferie dal 7 di Agosto fino al giorno 1 di Settembre.

Monitoraggio di fiamme e fumi delle torce

Grazie alla tecnologia attuale è possibile realizzare una rete di telecamere che consente di verificare, in tempo reale e da diversi sedi sparse in tutto il mondo, anche le fiamme e fumi che fuoriescono dalle torce, chiari indicatori delle modalità di marcia degli impianti e dell’andamento dei processi di combustione.

 

Questi moderni sistemi di videosorveglianza permettono di tenere sotto controllo proprio le alte fiamme e le pesanti nubi di fumi neri sprigionatesi dalle torce, conseguenti alle anomale fermate degli impianti, permettendo di creare un report storico delle attività delle torce a dimostrazione dell'efficienza dell'impianto industriale.

La piattaforma iCare e le schede di I/O su IP PADI che ingNET propone per il settore Oil & Gas sono adatte a soddisfare le esigenze di sicurezza per tutte le aziende petrolchimiche insediate nel territorio.

Un caso d'uso di controllo delle torce industriali

Un chiaro esempio di questo tipo di realizzazione è la piattaforma iCare in esercizio presso la ISAB S.r.l. nel polo petrolchimico di Priolo Gargallo (SR) integrata assieme al partner Team Power S.r.l. di Siracusa.

La piattaforma iCare consente di archiviare tutte le immagini provenienti dalle telecamere fino a 90 giorni, come per legge, e di ricercarle con criteri altamente configurabili basati su una linea temporale e sulla predisposizione di soglie di allarme di tipo AND. L'architettura di questa soluzione svolge un ruolo molto importante nel supportare le autorità interne ed esterne di vigilanza nella valutazione dei rischi ambientali.

Pertanto, un impianto di videosorveglianza ambientale può contribuire in maniera importante allo svolgimento dell’attività preventiva e nella fase decisionale; si rivela ancora più importante nella fase di gestione dell’emergenza supportando i massimi organi regionali ed istituzionali.

Telecamere per applicazioni industriali e chimiche

Inoltre è importante sapere che per acquisire immagini anche nelle condizioni più critiche, quali temperature estreme, atmosfere con presenza di agenti corrosivi o volatili, un ruolo fondamentale viene ricoperto dalla strumentazione che viene utilizzata per realizzare l'impianto di telecamere di rete.

Questi impianti vengono realizzati utilizzando telecamere su IP ad alta risoluzione all'interno di involucri antideflagranti certificati e concepiti per soddisfare requisiti severi per installazioni in ambienti potenzialmente esplosivi, data la presenza di gas e polveri infiammabili. L’estrema robustezza e la limitata manutenzione rendono questi prodotti adatti all’utilizzo in condizioni ambientali estreme ed offrono un livello qualitativo che supera ogni aspettativa.

L'utilizzo di telecamere su IP megapixel inoltre garantiscono prestazioni eccezionali per il monitoraggio di processi critici in zone a rischio di esplosione ed è quindi la scelta ottimale per la videosorveglianza delle industrie chimiche, petrolifere e del gas.

Per avere maggiori informazioni sulla direttiva 94/9/CE dell'Unione Europea per la regolamentazione di apparecchiature destinate all'impiego in zone a rischio di esplosione è disponibile un approfondimento al seguente link http://it.wikipedia.org/wiki/ATEX

 
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Chiudi